Il valore Abruzzo

22_950x338
barba-frutteto-DSCF0020_950x338
Barba-13-copia_950x338

Giustamente definito “Regione Verde d’Europa”, l’Abruzzo è conosciuto soprattutto per la costa, i laghi e le montagne. Ai viaggiatori più attenti non sfugge però la bellezza delle sue colline, situate tra la zona pedemontana e quella costiera, che declinano sui fianchi di vallate fluviali più o meno ampie.

 È appunto sulle dorsali collinari del fiume Vomano, comprese tra i comuni teramani di Cellino Attanasio, Atri, Pineto e Roseto, che si trova l’azienda Barba. Si tratta di una zona dalla profonda vocazione agricola, in cui predominano le colture della vite e dell’olivo, favorite da un clima mite e luminoso. Qui l’estate regala lunghe giornate di sole alternate a notti fresche, l’inverno è mitigato dall’influsso del vicino mare Adriatico, con una temperatura media annua di 12-16°C, e una buona piovosità e ventilazione.

Altrettanto particolare è il suolo della pianura alluvionale del Vomano, caratterizzato da depositi plio-pleistocenici che, tra la fine del terziario e l’inizio del quaternario, riempirono il bacino periadriatico mediante un ciclo sedimentario marino. Ne è nato un paesaggio ondulato con ampi dossi pressoché pianeggianti e versanti rotondeggianti, spesso interrotti da ripidi pendii dovuti all’erosione, i calanchi.

 Il terreno così originatosi ha una struttura arenaceo-argillosa, con spessore variabile in base alla pendenza e all’esposizione, ed una ritenzione idrica medio-bassa.